fbpx

Neuro Osteopatia®

Neuroscienze applicate in Medicina Manuale e Osteopatia.

Le NEUROSCIENZE hanno portato delle conoscenze approfondite e fantastiche a spiegazione della fisiologia umana, tuttavia sono considerate dalla maggior parte degno operatori sanitari come scienze puramente accademiche e senza risvolti pratici. Al contrario! Le Neuroscienze hanno fornito la strada per l’applicazione di competenze specifiche, la spiegazione di effetti prima considerati aleatori, la scoperta di nuovi significati e percorsi terapeutici!  

“NEURO OSTEOPATIA®” di Stefano Polistina MD-DO e di Luca Gastoldi FT DO è un metodo pratico di Neuroscienze applicate alla  osteopatia clinica. In “NeuroOsteopatia®” Concetto e Metodo si fondono con lo scopo di arrivare al cuore del sistema nervoso centrale: l’informazione.
Con un consapevole uso delle tecniche osteopatiche e di medicina manuale la pratica NEURO-OSTEOPATICA si può sintetizzare in questi momenti:

  • PALPAZIONE e LOCALIZZAZIONE mediante la quale localizziamo la disfunzione e ne seguiamo l’EVOLUZIONE in tempo reale;
  • INQUADRAMENTO delle stesse in una visione più ampia e completa: soprattutto neurofunzionale, fluidica, neurovegetativa ed emozionale.
  • INFORMAZIONE e TRATTAMENTO: ossia ciò che “consapevolmente” forniamo con le nostre MANI a seguito di una SCELTA specifica e strategica del TRATTAMENTO che emerge come richiesta del corpo, indicatore preciso dei meccanismi neurofunzionali alla base della disfunzione.

Il trattamento Osteopatico applicato con una logica che segue l’informazione è lo strumento vincente per una salute stabile: deve seguire il flusso delle informazioni neurologiche, fluidiche ed elettromagnetiche attive, “in quel momento il quel soggetto”.

il grande interesse di questa pratica è la possibile integrazione con tutti gli approcci impiegati finora in medicina manuale e osteopatia; esaltando la forza congiunta dei cinque  modelli osteopatici.  Il plus valore è la possibilità di avere il “significato della manifestazione clinica” in tempo reale, chiarendo così il modello dal punto di vista del soggetto e non del terapista. Un approccio realmente basato sulla Persona. 

Strumento applicativo è la Riflessoterapia Olografica® dove localizzazione e fisiopatologia si incontrano in un sistema tridimensionale: Struttura-Energia-Informazione. Il sistema SEI rappresenta la triade embriologica indissolubile dell’uomo, il dialogo nell’unità, ciò che la persona “È”. Ne scaturisce un modello di Osteopatia Olografica® che spiega l’interazione dei piani informativi e dei significati in quella persona, con la possibilità di scoprire nuove connessioni e “catene disfunzionali olografiche” che sono la chiave della riattivazione della salutogenesi.