METODO FSC – Facilitazione dello sviluppo delle cerebropotenzialità

Il Metodo FSC è inteso a formare professionisti in grado di valutare precocemente eventuali danni e/o ritardi dello sviluppo neuropsicomotorio dei bambini, e impostare tempestivamente la terapia riabilitativa necessaria.

Il metodo FSCFacilitazione dello Sviluppo delle Cerebropotenzialità – è un programma con evidenza scientifica, sviluppato e codificato dall’esperienza pluri-decennale, con migliaia di bambini in diverse parti del mondo, del Dott. Mario Castagnini Medico Neurologo, Riabilitatore.
E’ una terapia neuropsicomotoria, su base neuro psico evolutiva, evocante schemi congeniti o innati di carattere neuropsicomotorio.


OBIETTIVI del CORSO

Cognitivi: il partecipante saprà riconoscere i percorsi fisiologici neuro-psico motori del bambino, per poter individuare eventuali condizioni non fisiologiche o di sospetta patologia. Pragmatici: il partecipante apprenderà le tecniche specifiche pratiche del metodo e le sue modalità di somministrazione. Relazionali: il partecipante imparerà a comunicare con i genitori, con la famiglia e con le figure che potrebbero avere a che fare con il diretto interessato: pediatra ed altre figure professionali in ambito sanitario.


DESTINATARI del CORSO

Il corso è aperto a osteopati professionisti, osteopati in formazione (part time e full time) e a tutte le figure sanitarie che operano nell’ambito dell’età evolutiva. È rivolto a quelle figure che vogliono conoscere meglio il mondo dell’infanzia, per cogliere e prevenire segni di disabilità, per conoscere metodi riabilitativi, per affrontare la crescita di un bambino – con o senza disabilità – in maniera più consapevole.


COS’È IL METODO FSC – COSA TRATTA IL CORSO

Il METODO FSC è un metodo di valutazione e terapia manuale precoce, che punta a prevenire e ridurre i danni di un eventuale ritardo psicomotorio. È un metodo terapeutico e preventivo che ripropone al bambino tutta la serie di schemi neuropsicomotori, che fanno parte del bagaglio innato dell’apprendimento naturale. In ambito preventivo, grazie a questo metodo, si impara a valutare il corretto sviluppo neuropsicomotorio del neonato e a  favorirlo attraverso consigli gestionali e buone pratiche quotidiane. In ambito terapeutico, tale metodo fornisce la conoscenza di tecniche specifiche e la competenza della loro applicazione per permettere al bambino il raggiungimento delle potenzialità di cui è dotato fin dal suo concepimento. È un metodo sicuro, ben tollerato, raccomandabile e privo di controindicazioni…utile per promuovere il miglior sviluppo neuropsicomotorio possibile anche con bambini sani.

Dott. Mario CASTAGNINI

Dott. Mario CASTAGNINI

Medico chirurgo, specialista in neurologia,
creatore del Metodo FSC

Il Docente del corso è il Dott. Mario CASTAGNINI Neurologo, Riabilitatore e Direttore Sanitario di A.R.C. I NOSTRI FIGLI ONLUS associazione che si occupa dei disturbi dello sviluppo neuropsicomotorio - www.aerreci.org

Dott.ssa Giulia ALDENI

Dott.ssa Giulia ALDENI

Osteopata e fisioterapista specializzata in sviluppo neuropsicomotorio

I disturbi dello sviluppo neuropsicomotorio del bambino

11 - 12 Ottobre'24

venerdì e sabato

PROGRAMMA

L’ importanza dei primi mesi di vita per lo sviluppo globale: la precocità dell’intervento 

  • La diagnosi precoce: categorie di parto a rischio e valutazione del bambino.
  • Il principio neuropsicomotorio: reattività posturale e funzionale. Relazione tra capacità, diagnosi e terapia. 
  • Esame neuropsicomotorio del neonato con osservazioni sullo sviluppo normale. 
  • Posizione supina e prona in relazione a diagnosi e terapia.
  • Posizione seduta, quadrupedica e verticale in relazione a diagnosi e terapia. 
  • Generalità introduttiva alla terapia neuropsicomotoria mediante evocazione di schemi a carattere locomotorio.

La normale evoluzione del rotolamento e terapia; la normale evoluzione dello strisciamento e terapia; la normale evoluzione della verticalizzazione e terapia

  • Metodica di riabilitazione: introduzione specifica. Notizie tecniche generali per l’applicazione terapeutica. 
  • Commenti alle attuali modalità di cura dei disturbi dello sviluppo.

Dibattito e questionario 

15 - 16 Novembre'24

venerdì e sabato

PROGRAMMA

Osservazione e valutazione del neonato

  • Normale evoluzione del rotolamento – terapia
  • Generalità introduttive alla terapia
  • Prima fase del rotolamento e variazioni (pratica)
  • Fasi intermedie del rotolamento (pratica)
  • Pratica sequenziale del rotolamento
  • Seconda fase del rotolamento (pratica)
  • Seconda fase del rotolamento con passaggio ad appoggio sul gomito (pratica)
  • Seconda fase del rotolamento con passaggio ad appoggio sul gomito e sulla mano (pratica)
  • Terza e quarta fase del rotolamento (pratica)
  • Pratica sequenziale sul rotolamento

19 - 20 - 21 Dicembre'24

giovedì, venerdì, sabato

PROGRAMMA

“La pratica terapeutica nei disturbi dello Sviluppo Neuropsicomotorio”. Concetti generali relativi al programma terapeutico proposto da A.R.C.

  • Schema dello strisciamento fondamentale e variazioni (pratica)
  • Schema dello strisciamento in generale e variazioni
  • Schema dello strisciamento crociato e variazioni (pratica)
  • Schema dell’accucciata fondamentale e variazioni (pratica)
  • Schema dell’accucciata per la verticalizzazione e variazioni (pratica)
  • Uso del rullo uso del pallone e tutori vari
  • Pratica intensiva di tutti gli schemi in dubbio
  • Manipolazione e gestione del bimbo, piano terapeutico generale e progressivo
  • Posizioni fondamentali: da supino, da prono, accucciata e di fianco (pratica)
  • Schemi terapeutici da supino, prima fase del rotolamento e variazioni (pratica)
  • Intermedie e variazioni, schemi terapeutici di fianco, seconda – terza – quarta fase del rotolamento (pratica)
  • Schemi terapeutici da prono, strisciamento e variazioni (pratica)
  • Schemi terapeutici verticalizzanti (pratica)
  • Uso del pallone, del rullo e degli scarponi. Vari schemi applicati per facilitare la terapia neuropsicomotoria (pratica)
  • Come tenere e correggere la testa, gli arti superiori, gli arti inferiori ed i piedi nelle varie posizioni e a vari livelli

Accenni di terapia in acqua. prese di posizione e prese funzionali ai vari livelli. Attività terapeutica oro-bucco-facciale

ORARIO delle LEZIONI

Tutti i giorni (Giovedì, Venerdì e Sabato): mattina 9:00–13:00 e pomeriggio 14:00–18:00.

QUOTA DI ISCRIZIONE

Sono attive promozioni valevoli per i primi 15 iscritti. Il numero Massimo di partecipanti non potrà essere superiore a 30.

Il Corso rilascierà ECM.

È possibile acquistare il corso completo nei tre moduli, oppure i moduli singolarmente. Per info sulle diverse tariffe si prega di contattare: formazione@aifromm.it

QUOTA DI ISCRIZIONE

Il numero Massimo di partecipanti non potrà essere superiore a 30.
Sono attive promozioni valevoli per i primi 10 iscritti.

Per i PRIMI 10, il prezzo è di Euro 565,60 + iva = 690 Euro
Dal’ 11° iscritto in poi, il prezzo diventa di: Euro 614,76 + iva = 750 Euro

È possibile acquistare i moduli singolarmente. Per info sulle tariffe dei singoli moduli, si prega di contattare: formazione@aifromm.it

ISCRIZIONE AL CORSO

Il Corso è a numero di posti limitato.

Scarica e compila il modulo di iscrizione ed invialo a: amministrazione@aifromm.it

AIFROMM si riserva il diritto di annullare il corso qualora non venga raggiunto il numero minimo di partecipanti; in tal caso la quota di iscrizione sarà interamente rimborsata a coloro che avessero già completato l'iscrizione.

> SCARICA il MODULO di iscrizione - Clicca qui

DOVE SIAMO

AIFROMM è a Bergamo, facilmente raggiungibile da ogni parte d’Italia. La nostra sede è alle porte della città, a pochi km dall’uscita del casello Autostradale A4. Ben collegata alla stazione ferroviaria e a brevissima distanza dall’Aeroporto di Orio Al Serio – BGY Milan Bergamo Airport.

> Voli in tempo reale

Partecipa al Corso!

INVIA LA TUA RICHIESTA: